Homepage

Notizie

  • MACCHINE AGRICOLE - REVISIONE entro 30 giugno 2015, modifiche dell'art 111 del C.d.S.

    La Polizia Municipale vi informa

    Art. 111. Revisione delle macchine agricole in circolazione. Scadenza 30 giugno 2015

    "Nuovo codice della strada", decreto legisl. 30 aprile 1992 n. 285 e successive modificazioni.

    TITOLO III - DEI VEICOLI

    Capo IV - CIRCOLAZIONE SU STRADA DELLE MACCHINE AGRICOLE E DELLE MACCHINE OPERATRICI

    Art. 111. Revisione delle macchine agricole in circolazione.

    1. Al fine di garantire adeguati livelli di sicurezza nei luoghi di lavoro e nella circolazione stradale, il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, con decreto da adottare entro e non oltre il 31 dicembre 2014, dispone la revisione obbligatoria delle macchine agricole soggette ad immatricolazione a norma dell'articolo 110, al fine di accertarne lo stato di efficienza e la permanenza dei requisiti minimi di idoneità per la sicurezza della circolazione. Con il medesimo decreto è disposta, a far data dal 30 giugno 2015, la revisione obbligatoria delle macchine agricole in circolazione soggette ad immatricolazione in ragione del relativo stato di vetustà e con precedenza per quelle immatricolate antecedentemente al 1º gennaio 2009, e sono stabiliti, d'intesa con la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, i criteri, le modalità ed i contenuti della formazione professionale per il conseguimento dell'abilitazione all'uso delle macchine agricole, in attuazione di quanto disposto dall'articolo 73 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81.

    2. Gli uffici della Direzione generale della M.C.T.C., qualora sorgano dubbi sulla persistenza dei requisiti di cui al comma 1, possono ordinare in qualsiasi momento la revisione di singole macchine agricole.

    3. Nel regolamento sono stabilite le procedure, i tempi e le modalità delle revisioni di cui al presente articolo, nonché, ove ricorrano, i criteri per l'accertamento dei requisiti minimi d'idoneità cui devono corrispondere le macchine agricole in circolazione e del loro stato di efficienza.

    4. Il Ministro dei trasporti e della navigazione, con decreto emesso di concerto con il Ministro per le politiche agricole (1), può modificare la normativa prevista dal presente articolo in relazione a quanto stabilito in materia da disposizioni della Comunità economica europea.

    5. Alle macchine agricole, di cui al comma 1 si applicano le disposizioni dell'art. 80, comma 7.

    6. Chiunque circola su strada con una macchina agricola che non è stata presentata alla revisione è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 84 a euro 335. Da tale violazione discende la sanzione amministrativa accessoria del ritiro della carta di circolazione o del certificato di idoneità tecnica, secondo le norme del capo I, sezione II, del titolo VI.

    (1) Così modificato per l'art. 2, d.legisl. 4 giugno 1997, n. 143.

    Lunedì, 02 Febbraio 2015
  • Pubblicazione Tabelle Oneri Concessori aggiornati

    Tutte le notizie

    Sono state inserite le nuove tabelle degli oneri concessori aggiornati al 2015, percorso sito del Comune di Ugento - modulistica - edilizia privata - tabella costo costruzione e tabelle parametriche.-

    Martedì, 27 Gennaio 2015
  • IMU

    L'UFFICIO TRIBUTI INFORMA

    IL VERSAMENTO DELL'IMU 2014 DOVRA' ESSERE CALCOLATO TENENDO CONTO DELL'ALIQUOTA IMU DEL 1,06 PER CENTO CONFERMATA PER L'ANNO 2014. 

     

     

    Martedì, 30 Dicembre 2014
  • avvio dello sportello telematico S.U.A.P.

    Tutte le notizie

    AVVISO AGLI UTENTI

    Il Comune di Ugento ha istituito lo Sportello Telematico Unificato, secondo quanto previsto dal D.P.R. 160/2010. Pertanto ogni istanza, comunicazione e relativi allegati dovranno essere presentati esclusivamente in modalità telematica all'indirizzo http://sportellotelematico.comune.ugento.le.it

    Dal 15 Novembre 2014 non sarà più possibile, pertanto, presentare in formato cartaceo né direttamente al protocollo né con invio per posta o per fax la documentazione riguardante tutti i procedimenti che abbiano ad oggetto l'esercizio di un'attività produttiva e di prestazione di servizi, compresi quelli relativi alla realizzazione, trasformazione, ristrutturazione o riconversione, ampliamento o trasferimento, nonché cessazione o riattivazione delle suddette attività, ivi comprese quelle di cui al D.Lgs. n. 59/2010.

    Ne deriva che le pratiche presentate in modalità cartacea, dal 15 novembre 2014 sono irricevibili e quindi non producono alcun effetto giuridico.

    Mercoledì, 12 Novembre 2014

Box in home page

Atti

 
Torna a inizio pagina